superbatteria
Tempo di lettura: < 1 minuto

La prima batteria a fase quantica è stata realizzata.  Consiste in un nanofilo di indio-arsenuro (InAs) a contatto con conduttori superconduttori di alluminio ed è un elemento chiave per le tecnologie quantistiche basate sulla coerenza di fase.

Le batterie ci accompagnano nella vita di tutti giorni,dai telefoni ai telecomandi fino a dispositivi piu complessi come i pacemaker.
Le tradizionali pile di Volta convertono l’energia chimica in tensione che alimenta i circuiti.
Nelle tecnologie quantistiche i circuiti si basano su materiali superconduttori,in questi circuiti le correnti possono fluire senza necessita di una tensione applicata.
Le correnti generate da questa nuove batterie non presentano alcuna perdita di energia,per questo definite supercorrenti.


Non vengono indotte da una tensione ma da una differenza di fase.
Ad essere all avanguardia sono proprio i ricercatori italiani infatti Francesco Giazotto ed Elia Strambini dell’Istituto NEST-CNR di Pisa sono riuscitia trovare la giusta combinazione di materiali per costruire queste super batterie.
Sembra che a breve potremmo disposrre di batterie sepre piu piccole,leggere e con capacita quadruplicata.


A studiarne le applicazioni sono i ricercatori di due centri di ricerca Nanophysics Lab e il Mesoscopic Physics Group.
Riferimenti 15 giugno 2020, Nature Nanotechnology .
DOI: 10.1038 / s41565-020-0712-7

Please follow and like us: